Educatore riflessivo post-digitale

Obiettivo dello studio qui proposto è delineare il profilo di un educatore riflessivo post-digitale, ovvero di un educatore capace di agire in un tempo segnato dalla portata rivoluzionaria del digitale e consapevole della risorsa che esso può rappresentare in ambito educativo. L'immagine di educatore che emerge dall'analisi delle quattro competenze fondamentali che lo contraddistinguono – riconoscimento, responsabilità, riflessività e ricapacitazione – è quella di un abile tessitore di capacità (comunicative, etico-giuridiche e educative) e di livelli (sociologico, antropologico e psicologico). L'educatore riflessivo post-digitale – nel tempo dell'individualismo e dell'auto-referenzialità – si propone come un educatore "on-life", rigeneratore di legami e rappresentante di un umanesimo digitale post-individualistico.

Autrice:
Giovanni Fasoli, è sacerdote dell’Opera Famiglia di Nazareth, bachelor in Filosofia e Teologia, counsellor, psicologo clinico e educatore sociale. Insegna Psicologia dell’adolescenza, Pedagogia della realtà virtuale, Cyber-psicologia e new-media communication presso lo IUSVE. Tra le sue pubblicazioni: WebLife. Finestre sul cyber-spazio (2017), Digital People. Tracce di antropologia digitale. Tra clinical model e development model (con L. Rossi, 2018), Cyber-bullismo. Adolescenti, scuola, famiglia (2019).

Dettagli del libro
Prefazione
Introduzione
1. Educatore riflessivo post-digitale. Una “possibilità possibile”?
2. Inquietudini dal web
3. Riconoscimento: sul confine di comunicazione ed educazione
4. Responsabilità: tra fine della privacy e identità liquide
5. Riflessività: come il lanciatore di baseball e/o come il jazzista?
6. Ricapacitazione: nuove capacità verso nuovi stili di vita digitali
Conclusione
Bibliografia
Sitografia

Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Pedagogia e sviluppo educativo-sociale
Edizione: 2
Data di Pubblicazione: novembre 2020
EAN: 9788833593135
ISBN: 8833593134
Pagine: 158
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui