IUSVE parteciperà alla realizzazione di un formato televisivo. Quale titolo sceglieresti?

IUSVE, in collaborazione con altri partner qualificati, è parte attiva nella realizzazione di un programma televisivo dedicato al mondo dei giovani.
Siamo consapevoli che il mondo dei giovani sia un mondo affascinante e allo stesso tempo ricco di sfumature e per questo motivo abbiamo pensato di coinvolgere tutti i nostri studenti per trovare assieme il titolo più adatto.

Vuoi esprimere la tua opinione? Bastano pochi minuti per esprimere la tua preferenza.
Clicca qui per accendere al sondaggio.

Bando borse di studio: Sì alla Vita

La Federazione Regionale per la vita - Veneto Associazione Nazionale di Psicologia e di Educazione prenatale ha istituito per l’Anno Accademico 2015/2016 presso lo IUSVE un concorso per l’assegnazione di tre premi di laurea in memoria del dott. Marco Fabbri.

I premi di 500,00 € cadauno, istituiti per iniziativa della Federazione regionale per la Vita del Veneto e dell’ANPEP, sono destinati a premiare laureati IUSVE sia triennali che magistrali in Psicologia, Pedagogia e Comunicazione e laureati triennali in Scienze Infermieristiche dell’Università di Padova, sede didattica di Mestre, che abbiano redatto una tesi finale su tematiche quali:

  • protezione e sostegno della maternità della società dal punto di vista comunicativo/sociologico;
  • il valore del concepimento nella vita dell’uomo, competenze e capacità del nascituro in gravidanza e nei primi mesi di vita;
  • educazione prenatale nella formazione dell’essere umano e il ruolo del papà e della mamma nel periodo della gestazione;
  • fattori di rischio, conseguenze psicologiche dell’aborto volontario, la sindrome post-aborto e proposte d’intervento;
  • meccanismo d’azione ed effetti collaterali dei farmaci contraccettivi e intercettavi;
  • altri temi legati al valore della vita nascente.

Bando




Domanda di Partecipazione



Modulo dichiarazione di Laurea


Firenze 2015: un team di giovani per una Chiesa più Social

Il V Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze ci ha resi partecipi e protagonisti nel veicolare un messaggio di speranza per una Chiesa nuova e al passo con i tempi.
Siamo un gruppo di giovani studenti dell’Istituto Universitario Salesiano di Mestre; appassionati e formati nell’ambito della comunicazione digitale abbiamo preso parte a questo convegno nelle vesti di #twitterTEAM cercando di raccontare l’evento attraverso i nostri occhi. Uno sguardo particolare è stato riservato proprio al Triveneto, la regione ecclesiastica che ci ha coinvolto in questa iniziativa.

Capitanati da Mariano Diotto, direttore del dipartimento di Comunicazione della nostra Università, e da Don Marco Sanavio, abbiamo seguito i vari momenti del convegno condividendo in tempo reale sui Social Network foto, video e frasi esemplificative di quello che stava accadendo.
“La prima impressione positiva: belle persone, gentili e disponibili” (Marco Petrazzi - twitterTEAM). Come racconta Marco, abbiamo avuto la possibilità di conoscere moltissime persone e, in particolare attraverso le video interviste, abbiamo notato come tutti fossero molto entusiasti di una presenza giovane e nutrissero un grande interesse verso quello che facevamo. Anche il Card. Angelo Bagnasco ha espresso delle parole positive nei nostri confronti ricordando che la speranza della Chiesa sta proprio nei giovani e, per essere vicini a noi, è estremamente necessario utilizzare i nuovi mezzi di comunicazione; il mondo ecclesiastico ha infatti “il potenziale di crescita e innovazione più ampio, ma ha ancora molto da esplorare rispetto a tutti gli altri ” (Niccolò Mamprin - twitterTEAM).

La cosa più bella è stata che “ognuno di noi ha messo in campo un suo talento per perseguire uno scopo comune, quello di arricchire il Convegno attraverso una visione nuova, giovane e social” (Ilaria Bonadè - twitterTEAM). Lavorare in questo ambiente ci ha anche dato modo di crescere al livello personale: “porto a casa esperienze nuove in ambito giornalistico, ma conservo anche nel cuore i sorrisi della gente speranzosa con cui ho parlato per le strade vicino alla Cattedrale” (Chiara Piaia - twitterTEAM). 
La giornata che ricordiamo con maggiore gioia è stata quella dell’incontro con Papa Francesco: un tripudio di emozioni e di persone riunite insieme nel nome di un’unica e forte Fede. Un altro punto chiave del Convegno è stato l’approccio comunicativo rivoluzionario che la Chiesa ha avuto: “Ho finalmente avuto una risposta al mio dubbio su come la Chiesa pensasse di veicolare la sua comunicazione rispetto ai tempi che sempre più si stavano evolvendo e mi ha mostrato la sua voglia di farsi vedere e comunicare anche ai
 giovani” (Alberto Bordoni, twitterTEAM). 

Questo convegno è stata una rivelazione sorprendente, per contenuti e forme di comunicazione, tanto da coinvolgere chiunque ne sia entrato in contatto: “Ho vissuto per 5 giorni immerso in una realtà che non è la mia, o almeno non in modo così attivo, permettendomi di percepire alcune sfumature della Chiesa Cattolica che mai avrei pensato di vedere. Non nascondo il mio stupore nell’apprendere le reali intenzioni di dare un aspetto più giovane e dinamico anche alla comunicazione ecclesiastica” (PierFilippo Ariano, twitterTEAM). Papa Francesco a Firenze ha detto: “Non guardate dal balcone la vita, ma impegnatevi, immergetevi nell’ampio dialogo sociale e politico” e noi giovani siamo pronti e carichi per seguire il suo messaggio.

IUSVE LAB: centro di ricerca, innovazione e creatività per la comunicazione

Celebra un anno di attività il progetto pilota IUSVE LAB – Communication Research Center lanciato dall’Università Salesiana di Venezia

Lo IUSVE, Istituto Universitario Salesiano di Venezia, ha lanciato lo scorso ottobre il progetto pilota IUSVE LAB – Communication Research Center con l’obiettivo di realizzare progetti comunicativi innovativi destinati a creare valore condiviso con imprese, organizzazioni e istituzioni esterne al mondo accademico.

IUSVE LAB è un progetto sperimentale che nasce dalle esperienze e risorse dell’Università e che ricerca e applica forme e contenuti di comunicazione innovativi scommettendo sulla creatività dei propri giovani talenti.
Per ogni singolo progetto è costituito un “best team” formato da un gruppo multidisciplinare di studenti e docenti. A tale gruppo prendono parte anche imprenditori o manager d’azienda per condividere le varie sessioni di lavoro.
Gli studenti sono selezionati dopo aver presentato la loro candidatura al bando lanciato sul sito IUSVE relativo a ogni singolo progetto. La selezione avviene su base meritocratica e sulle competenze maturate nei diversi percorsi di studio. Gli studenti selezionati sono remunerati secondo i parametri di legge in base al carico orario. Il lavoro degli studenti gode, in questo modo, di un riconoscimento anche dal punto di vista economico.
I docenti inseriti nel team, tutti professionisti dei vari ambiti della comunicazione, hanno il compito di supervisionare il lavoro fino alla presentazione finale.

IUSVE LAB a un anno dal lancio ha già all’attivo diversi progetti portati a termine per importanti istituzioni e aziende. «Questa modalità innovativa di lavorare in un team multidisciplinare composto da studenti, docenti e imprenditori ci sta dando una progettualità molto interessante e risultati davvero incoraggianti» afferma Maria Pia Favaretto, direttore di IUSVE LAB.

«La possibilità di portare a termine progetti innovativi di alto profilo dà ai nostri studenti l’opportunità di pubblicare lavori e di arricchire il loro portfolio. Questo si traduce in una maggiore facilità di inserimento nel mondo del lavoro in posizioni soddisfacenti» spiega Mariano Diotto, direttore del Dipartimento di comunicazione dello IUSVE.

Per informazioni:
IUSVE, Istituto Universitario Salesiano di Venezia
Via dei Salesiani 15, Mestre (VE)
tel.: +39 041 5498580
email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
website: www.iusve.it

Senza scarti! Per una città inclusiva

Da quest’anno IUSVE è partner con la Scuola di formazione all’impegno sociale e politico della Diocesi di Verona del corso: “Senza scarti! Per una città inclusiva”.

La Scuola è promossa dalla Diocesi di Verona insieme con Associazioni di laici cattolici il cui impegno sociale fa esplicito riferimento alla Dottrina sociale della chiesa: Azione Cattolica, Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI), Coldiretti, Comunione e Liberazione, Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), Movimento Politico per l’Unità (Focolari).

La finalità della Scuola di Formazione all’Impegno sociale e politico è mostrare e sviluppare il contributo della Dottrina Sociale della Chiesa a formare le persone all’impegno sociale e politico.
A tal scopo intende:
promuovere una formazione integrale della persona in grado di coniugare fede e vita, libertà e responsabilità, identità e pluralità, bene del Vangelo e bene comune possibile;
far conoscere e formare alla Dottrina sociale della Chiesa (DSC); fornire strumenti e metodi che addestrino al discernimento e alla lettura consapevole della realtà;
favorire una riflessione critica sulle moderne teorie dell’uomo e della giustizia, con particolare attenzione ai modelli e ai metodi dell’odierna prassi sociale e politica.

Terreno degli interventi i nostri docenti: il Prof. Giovanni Bresadola, la prof.ssa Giovanna Bandiera, il prof. Francesco Pira e il Direttore del Dipartimento di Comunicazione, prof. Mariano Diotto.

Qui è possibile scaricare il volantino


IUSVE al Job&Orienta 2015

Anche quest'anno lo IUSVE sarà presente dal 26 al 28 novembre 2015 alla Fiera di Verona con JOB&Orienta, la più importante mostra-convegno dedicata a orientamento, scuola, formazione e lavoro che si tiene alla Fiera di Verona.

Vuoi parlare con i nostri Direttori dei corsi? Vuoi sentire il racconto dei nostri studenti? Vuoi conoscere nel dettaglio la nostra offerta formativa?

Allora ti aspettiamo dalle 9 alle 18...
Basta cercare i nostri studenti con le magliette bianche e trovare i colori rosso, verde e blu!

Attivazione della settima edizione del Master universitario interdisciplinare di I livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense

Il direttore scientifico, Prof. Marco Monzani, il coordinatore didattico, Prof. Fabio Benatti ed il tutor Dott.ssa Giulia Marcon, sono lieti di comunicare che gli organi accademici dello IUSVE hanno ufficialmente decretato l’attivazione della settima edizione del Master universitario interdisciplinare di I livello in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense (A.A. 2015-16).
Le lezioni inizieranno regolarmente, come previsto dal calendario ufficiale, sabato 28 novembre 2015 alle ore 09:00.

È ancora possibile iscriversi al master in quanto sono disponibili gli ultimi posti.

Il modulo di immatricolazione verrà inviato dalle Segreterie di Dipartimento ad avvenuta ammissione del candidato, a seguito di un colloquio personale con il responsabile designato dal Direttore del Master.

Per informazioni potete scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

IUSVE sarà presente a: Punto di incontro 2015 a Pordenone

Punto di Incontro, in programma presso la Fiera di Pordenone nei giorni 5-6 novembre 2015, si rinnova e si offre come centro per la formazione, l’orientamento e il lavoro inseriti nella società odierna.

Punto di incontro si presenta come punto di riferimento per giovani appena diplomati o laureati triennali che vogliono ampliare le loro conoscenze.

IUSVE sarà presente con un proprio stand. Quindi se vuoi venire a conoscere la nostra proposta accademica e parlare direttamente con i nostri docenti e studenti, non mancare!

Per ulteriori informazioni clicca qui: incontropordenone.it

Cambio password

Come faccio a cambiare la mia password?
 
Se sei uno studente clicca qui: PPS - PAGINA PERSONALE STUDENTE
Se sei un docente clicca qui: PPD - PAGINA PERSONALE DOCENTE

Ricorda che la password richiedere circa 6 ore per essere propagata su tutti i servizi (stampa, sirius, wireless,...).