È uscito il numero 12 della rivista IUSVEducation

È uscito il dodicesimo numero di IUSVEducation.

In questo nuovo numero sono contenuti vari articoli di approfondimento e gli atti del Convegno annuale di studio 2018 che si è tenuto il 24 aprile 2018 dal titolo: Giovani, nuova economia e lavoro.

Sfoglia la rivista online

Scarica la rivista

 

 

Ufficializzate le date e le commissioni di tesi di laurea

Sono state ufficializzate le commissioni e le date di discussione delle tesi per la prossima sessione di laurea per i Dipartimenti di Comunicazione, Psicologia e Pedagogia.

DIPARTIMENTO DI COMUNICAZIONE

Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del corso di Licenza/Laurea magistrale in Creatività e design della comunicazione  e del corso di Licenza/Laurea magistrale in Web marketing e digital communication


DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA
Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Psicologia dell’educazione

Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del corso di Licenza/Laurea magistrale in Psicologia clinica e di comunità


DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA
Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Scienze dell’educazione Educatore sociale e del corso Baccalaureato/Laurea triennale in Scienze dell’educazione Educatore della prima infanzia

Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del corso di Licenza/Laurea magistrale in Governance del welfare sociale e del corso di Licenza/Laurea magistrale in Progettazione e gestione degli interventi socio educativi


MASTER FOOD & WINE 
Di seguito è possibile scaricare il file per visualizzare le commissioni e i titoli delle tesi del Master universitario interdisciplinare di Primo livello in Food & Wine 3.0 - Web Marketing & Digital Communication



Vodafone presenta la Shake Remix Unlimited IUSVE Edition

Lo IUSVE ha stretto una collaborazione con Vodafone per un piano telefonico studiato ad hoc per i propri studenti denominata: Shake Remix UnlimitedIUSVE Edition.

Per il Campus di Mestre i responsabili Vodafone saranno presenti da lunedì 17 dicembre 2018 a giovedì 20 dicembre 2018, dalle ore 10.00 alle ore 14.00 presso lo IUSVE Time.

Per il Campus di Verona invece verranno fissate delle date dopo le vacanze natalizie e in concomitanza con gli appelli d’esame.

Nei giorni indicati verranno distribuiti flyer informativi ed eventuali gadget.

Essere giovani oggi tra stereotipi, desideri e realtà

Il 9 novembre 2018, presso il Campus IUSVE di Mestre', c'è stata la cerimonia di Inagugurazione dell'Anno Accademico 2018-2019, un pomeriggio intenso di spunti e contenuti moderato dalla prof. Angela Schinella del Dipartimento di psicologia, che ha visto la partecipazione di 440 persone.. Il tema dell’evento, “Essere giovani oggi tra stereotipi, desideri e realtà…” ha inteso riprendere e concludere un ciclo biennale di riflessione dello IUSVE focalizzato sui giovani.
Il pomeriggio è stato aperto dal saluto del Presidente dello IUSVE, don Igino Biffi, Superiore dell’Ispettoria “San Marco” dell’Italia Nord Est (INE), cui è seguita la relazione sull’attività accademica dell’anno 2017-2018 tenuta dal preside Arduino Salatin.

La parte principale dei lavori si è concentrata sul tema “Essere giovani oggi tra stereotipi, desideri e realtà…” realizzata attraverso un dialogo a più voci tra studenti e due esperti di rilevanza nazionale: il prof. Carlo Buzzi, sociologo e profondo conoscitore dell’universo giovanile italiano e don Rossano Sala, docente di pastorale giovanile presso l’Università pontificia salesiana di Roma e Segretario speciale del Sinodo dei vescovi. La scelta dei due relatori è stata infatti collegata alla concomitante conclusione del Sinodo dei vescovi dedicato a “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

Tre studenti (Alberto Buratto del 3° anno di STC, Tecla Fabris  del 2° anno di mPSE e Giorgia Foradori del 3° anno di PED) hanno posto inizialmente le seguenti domande ai due relatori.

  • se guardiamo alla realtà italiana il processo di ricambio generazionale è lento e di conseguenza lo è l’introduzione dei giovani nel mondo del lavoro. La mia percezione è che ci sia una specie di forza che vuole bloccare l’innovazione che i giovani potrebbero essere in grado di portare. Nel film “La meglio gioventù” avviene un dialogo molto interessante tra un docente universitario e lo studente, dove lo stesso docente consiglia al ragazzo di scappare da qui perché l’Italia ormai è da distruggere, è un paese popolato da adulti-dinosauri perché fermi al piccolo mondo che li circonda e paurosi di perdere il loro posto. Il film è del 2003 ma il tema resta attuale. Quindi ci chiediamo se è avvenuto il tempo di cambiare punto di vista, rinnovare il rapporto tra giovani e lavoro dove non è il giovane ad adattarsi, ma il lavoro.
  • Si parla molto di giovani, ma spesso è soltanto un monologo tenuto dagli adulti. Quello che traspare poi da questi è una sintesi triste e pessimista della condizione economica giovanile, che altro non è che il frutto della società adulta. Oltre l'Università che ha un ruolo importante nell’aiutare il giovane ad inserirsi all’interno del mondo lavorativo ma che dovrebbe essere l’ultimo passaggio di un percorso, quali altri ambienti devono essere individuati come d’aiuto per il giovane? La famiglia, l’educazione, la religione non dovrebbero contribuire anch’esse alla formazione lavorativa dei giovani e proteggerli da un isolamento economico?
  • Di fronte ad una proposta lavorativa che si discosta molto dal mio percorso di studi, quali possono essere i criteri per capire se sia opportuno o meno accettarla, ovvero se la flessibilità che mi è richiesta può sempre e comunque aiutarmi a crescere, o se essa mi costringe a cedere sul mio desiderio, allontanandomi dal mio progetto di vita?
  • Nella società di oggi in cui il periodo dell’adolescenza si è dilatato e vengono a mancare i netti criteri di un tempo per definire il passaggio all’età adulta (lavoro fisso, uscita di casa, matrimonio…) quale potrebbe essere un criterio valido per cui un giovane venga considerato adulto e quindi in grado di assumersi responsabilità?
  • La condizione riguardo la fertilità in Italia è abbastanza “tragica”, gli indici parlano chiaro: la popolazione italiana fa sempre meno figli e parallelamente aumenta l’età media della prima gravidanza. Questo aspetto mi ha da sempre fatto pensare e soffrire, perché oggi è difficile essere genitori giovani. Siamo immersi in un contesto sociale instabile, in continuo mutamento, con situazioni lavorative -e di conseguenza economiche- difficili e con poca, troppo poca, sensibilità da parte della società nei confronti di questa importante tematica. Madri che hanno scarse tutele lavorative (d’altro canto i datori di lavoro che garanzie hanno da parte dello Stato?) e padri sempre più assenti e impegnati nel lavoro per far fronte al mantenimento della famiglia. Mi chiedo dunque: come si fa essere madri e padri giovani, a costruire un proprio nucleo familiare in una condizione difficile e precaria? E gli adulti si rendono contro di queste difficoltà che noi viviamo? Ne danno o meno importanza?
  • Cosa si aspettano gli adulti dai giovani? Essi vengono investiti e sovraccaricati di aspettative...” i giovani sono il futuro della società”, si dice spesso, ma al contempo si sentono anche frasi come “i giovani di oggi non fanno nulla”; mi chiedo dunque quali siano esattamente le aspettative che glia adulti hanno nei nostri confronti, e se pensano che ci siano le condizioni, a livello societario, perché una persona possa davvero fiorire con le proprie capacità, originalità e autenticità, anziché apparenza e bellezza estetica

Il prof. Buzzi ha ripercorso criticamente le “narrazioni” di cui sono oggetto i giovani oggi ribaltando, in base ai dati disponibili sul piano statistico e demografico, molti luoghi comuni oggi prevalenti, mostrando anche le interpretazioni unidimensionali spesso utilizzate, come ad esempio quelle della “generazione Z” o della “prima generazione incredula”. Inoltre egli ha delineato uno scenario molto preoccupante che conferma lo scarso interesse reale che le attuali generazioni adulte (con le loro scelte politiche) hanno verso “i giovani”.

Don Sala ha sottolineato il ruolo positivo dei giovani nella società e nella chiesa, con particolare riferimento alle conclusioni del Sinodo dei Vescovi, in cui i giovani presenti hanno contribuito a rovesciare alcune impostazioni iniziali contenute nel documento base (instrumentum laboris) stilato dagli esperti, proponendo una lettura più aperta alla dimensione comunitaria e profetica della chiesa stessa e in una prospettiva autenticamente globale di speranza e giustizia.

I relatori hanno poi risposto ad alcune osservazioni dei tre giovani studenti, in particolare per quanto riguarda le prospettive di futuro e di cambiamento possibile, suscitando forte attenzione sia da parte degli studenti presenti che da parte degli altri invitati.

L’evento si è concluso con la premiazione degli studenti più meritevoli e la proclamazione del nuovo anno accademico.

Intervento del prof. Carlo Buzzi

Intervento di don Rossano Sala

Relazione annuale del Preside IUSVE

 

 

 

Giornata di training formativo per docenti: dinamiche di gruppo e didattica attiva

La professione del docente richiede ogni giorno di saper gestire le lezioni con gli studenti in modo efficace e interattivo.
Lo IUSVE propone un training, che si svolgerà il giorno 9 febbraio 2019 presso il Campus di Mestre, sulle tematiche delle dinamiche di gruppo e didattica attiva.
L'incontro è gratuito e rivolto tutti i docenti ed è un momento importante di formazione, che permetterà anche di condividere le proprie esperienze con i colleghi.
 
Si richiede l'iscrizione, inviando una mail ai referenti del proprio Dipartimento.
Dipartimento di Pedagogia: Beatrice Saltarelli (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
Dipartimento di Psicologia: Angela Schinella (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
Dipartimento di Comunicazione: Giovanna Bandiera (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
 
 
 

VeNice - Visita privata IUSVE alla Basilica di San Marco

Titolo: VeNice - Visita privata IUSVE alla Basilica di San Marco
Data: 07 febbraio dalle 16.30
Posti disponibili: massimo 25 studenti e docenti

Il giorno giovedì 7 febbraio 2019, il Patriarcato di Venezia aprirà in forma riservata, per un’ora, la Basilica di San Marco agli studenti IUSVE.
È un’ occasione speciale!
La visita sarà preceduta dal VeNice tour con esplorazione della “Venezia Minore” e spiegazione della Venezia Maggiore (Piazza San Marco illuminata): spiegazioni appropriate e particolarità della Serenissima poco note ai turisti grazie alla guida artistica del prof. Roberto Albarea

Programma

  • Partenza ore 16.30 dallo IUSVE time
  • autobus per Venezia (premunirsi di due biglietti urbani, uno per l’andata e un per il ritorno, 1 euro e 50 cent ciascuno), fino a Piazzale Roma e, pedibus calcantibus, esplorazione per “Venezia Minore” & “Venezia Maggiore” (Piazza San Marco illuminata). Visita alla Basilica di San Marco con spiegazione della struttura, dei mosaici bizantini, della pala d’oro e della cripta (generalmente non aperta al pubblico).
  • Ritorno a piedi attraverso un percorso diverso da quello dell’andata (chi volesse può usufruire del vaporetto, 1 euro e 50 cent per chi ha la Carta Venezia, 7 euro e 50 cent per chi ne è privo).
  • Ritorno allo Iusve verso le 21.00 - 21.30 circa

Si chiede un comportamento ed un abbigliamento consono alla sacralità del luogo.
Per la cena portarsi cena al sacco da poter consumare camminando.

Per ulteriori informazioni chiedere di persona al prof. Roberto Albarea

Iscrizione obbligatoria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Posti disponibili: massimo 25 persone (studenti ee docenti)
Costo: 5 euro (guida + visita alla basilica) viaggio escluso

Che logo avrà Cube radio?

Ci siamo! Cube radio, inizierà ufficialmente le sue trasmissioni in streaming il 1 dicembre 2018, però non ha ancora un logo.
IUSVE ha scelto di rivolgersi ai propri studenti per creare il logo della nuova Cube Radio.
Perché non provi anche tu? 

Se vuoi partecipare al concorso creativo manda via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., la tua proposta di logo. La commissione presieduta dal Direttore del Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE, Mariano Diotto, sceglierà la proposta vincitrice, che riceverà in premio un credito di 60 euro per Spotify.

Invia la tua proposta entro il 30 novembre 2018.

Per maggiori informazioni: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando - FabricAltra, rigenerazione culturale di spazi industriali per l’innovazione sociale

Il progetto “FabricAltra” intende lavorare sul tema dell’innovazione sociale in chiave di rigenerazione territoriale, puntando su meccanismo delle residenze d’artista per sviluppare una riflessione sulle strategie di riuso creativo di spazi industriali come opportunità di crescita socio-culturale ed economica del territorio.

La borsa di ricerca applicata verrà affidata ad un soggetto in possesso dei requisiti di cui al precedente punto 2., il quale avrà il compito di realizzare le seguenti attività:

  • favorire occasioni di incontro, scambio e cross-fertilisation, nonché rafforzare il networking tra gli artisti operanti livello internazionale e quelli operanti in Veneto;
  • raccogliere e sistematizzare idee, esperienze, buone prassi, modelli e strumenti operativi che potranno orientare e facilitare la creazione, lo sviluppo e la strutturazione di processi stabili di networking di tipo professionale e pluridisciplinare, sia "fisici", ovvero legati alla Fabbrica di Schio, sia “virtuali”, ovvero mediante l’utilizzo di strumenti di comunicazione on-line (social, blog, portale, ecc.); 

La selezione dei candidati avverrà attraverso la valutazione del loro curriculum vitae e un colloquio individuale:

  • I candidati dovranno far pervenire la propria candidatura, unitamente al CV in formato Europass e a copia di un documento di identità valido, all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro e non oltre il  27.11.2018
  • Le candidature saranno esaminate da una apposita commissione composta da due docenti dello IUSVE (di cui uno fungerà da segretario) e da un rappresentante dell’Ente Beneficiario del progetto (che fungerà da Presidente). Il giudizio della Commissione è inappellabile.

Scarica il bando completo

 

 

Il saluto di IUSVE al prof. Giuseppe Mari

Stanotte è venuto a mancare improvvisamente il prof. Giuseppe Mari, ordinario di Pedagogia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore e nostro docente di Pedagogia generale e Pedagogia della relazione d'aiuto nel Dipartimento di Pedagogia IUSVE.

Nato a Castiglione delle Stiviere il 21 novembre, era sposato e aveva due figli.

Molto noto nell’ambiente della formazione e dell’educazione cattolica italiana, era docente all'Università Cattolica - sede di Milano, dove era coordinatore della Laurea magistrale in Scienze pedagogiche e servizi alla persona e membro del Comitato direttivo del "Centro studi e ricerche sul disagio e sulle povertà educative". Aveva anche l'incarico di Pedagogia generale e della scuola presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano. Ha ricevuto il Premio Nazionale "Mario Macchi" da parte dell'Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGeSC - 2.3.2018).

Era membro di Scholè (Centro Studi tra Docenti Universitari Cristiani) e socio della SIPed (Società Italiana di Pedagogia), del CIRPed (Centro Italiano di Ricerca Pedagogica), della SoFPhiEd (Société Francophone de Philosophie de l'Education, Paris), della AIRPC (Association Internationale de Recherche sur la Pédagogogie Chrétienne, Lyon), della SEP (Sociedad Espanola de Pedagogia, Madrid), della PESGB (Philosophy of Education Society of Great Britain, Salisbury), della CPES (Central European Phylosophy of education Society, Praha). 

Autore di numerose pubblicazioni, faceva parte del Comitato di Direzione della rivista "Pedagogia e Vita" (Brescia) e del Comitato scientifico delle riviste "Estudios sobre educacion" (Pamplona), "Studia Paedagogica Ignatiana" (Krakow), "Biografistyka Pedagogiczna" (Lublin), "Acta Facultatis Paedagogicae Universitatis Tyrnaviensis" (Trnava). Era tra i componenti del Comitato Scientifico del Centro Studi per la Scuola Cattolica della Conferenza Episcopale Italiana (Roma).

colleghi e gli studenti del Dipartimento di Pedagogia IUSVE lo ricordano con gratitudine per la sua professionalità, la sua umanità e amicizia e per l’infaticabile volontà di affermare e sottolineare (attraverso le sue lezioni, i suoi scritti e la sua ricerca) l’orientamento di senso e i valori essenziali per l’esistenza umana.

Tutto lo staff IUSVE si unisce alla famiglia in questo momento di dolore.

funerali si terranno venerdì 16 novembre 2018 alle ore 10.30 nella Chiesa parrocchiale di Roncadelle (BS).

Migrazione piattaforma DISCITE

Il 20 e 21 novembre 2018, il provider del gestionale GSD-DISCITE migrerà la piattaforma ad un nuovo data center.
In questi due giorni non sarà possibile accedere a PPD e PPS.

Dal 22 novembre 2018 DISCITE sarà nuovamente disponibile sia per gli studenti che per i docenti.

Assegnatari borse di studio al merito anno accademico 2017-2018

Di seguito si pubblica l'elenco degli assegnatari di borsa di studio al merito per l'anno accademico 2017-2018 come da esito del relativo bando di assegnazione

La “premiazione” ufficiale degli studenti che hanno vinto la borsa di studio avverrà durante l’inaugurazione dell’anno accademico il 9 novembre 2018.
La borsa di studio si configura come una riduzione delle tasse universitarie dell’anno accademico in corso.

Qui sotto è possibile scaricare l'elenco dei 46 vincitori delle borse di studio al merito:




Di seguito è possibile scaricare l'elenco dei vincitori delle borse di studio per la miglior tesi di laurea triennale:



Di seguito invece è possibile scaricare l'elenco dei vincitori delle borse di studio per la miglior tesi di laurea magistrale: