Curricolo e offerta formativa

Il Master Universitario interdisciplinare in Pedagogia della complessità e Gestione dell’emergenza educativa (primo livello) è pensato con lo scopo di specializzare le competenze teorico-culturali e tecnico-metodologiche di professionisti dei servizi formativi ed educativi rivolti ad utenze prevalentemente adolescenziali.

Il Master è stato progettato per qualificare, attraverso lo sviluppo di saperi teorici e metodologici aggiornati e scientificamente orientati, operatori dei sistemi educativi e formativi, attraverso una modalità di intervento sperimentale per il mondo accademico, che è quella di integrare teoria e prassi, ricerca scientifica e pratica professionale, al fine di realizzare e garantire il sempre più necessario e richiesto “legame con la realtà”.
In particolare il Master si propone:

  • di accostare e approfondire saperi teorici e procedurali per l’analisi sistemica delle relazioni educative e dei processi di apprendimento,
  • di sperimentare metodi di intervento integrati nella gestione di situazioni educative problematiche e complesse,
  • di applicare in modo critico strumenti di valutazione dei propri interventi formativi di prevenzione, sviluppo, sostegno e recupero,
  • di abilitare alla comunicazione e gestione del proprio ruolo nelle diverse situazioni relazionali,
  • di sviluppare competenze per la gestione dei new media education,
  • di favorire la creatività pedagogica e la progettualità di interventi preventivi
  • di far emergere e sostenere la sensibilità educativa, il rigore etico, la responsabilità personale e sociale.

Struttura
Il corso possiede un impianto pluridisciplinare con un forte orientamento all’integrazione di teoria e prassi. Per questo motivo gli insegnamento sono concepiti per temi e problemi piuttosto che per ambiti disciplinari tradizionali.
Il Master ha la durata di 18 mesi e si conclude con una prova finale. 
Consente l’acquisizione di 60 ECTS e prevede attività formative per complessive 480 ore, accompagnate da studio e approfondimento personale fino al raggiungimento di 1500 ore.
Le attività formative sono raggruppate nelle seguenti tipologie:

  • 240 ore di attività seminariali e laboratoriali in presenza, corrispondenti a ECTS 30;
  • 120 ore di attività integrative in formazione a distanza, corrispondenti a ECTS 15;
  • 88 ore di tirocinio sperimentale, corrispondenti a ECTS 11;
  • 32 ore di prova finale, corrispondenti a ECTS 4.

Gli insegnamenti relativi alle attività formative seminariali e laboratoriali in presenza sono pensati in una logica interdisciplinare.

Metodologia del corso
A livello metodologico il Master prevede, durante le attività seminariali, l’alternarsi di lezioni e discussioni, lavoro in sottogruppi e in plenaria, studio di casi, laboratori ed esercitazioni pratiche.
La formazione a distanza prevede lo studio e l’approfondimento, da parte dei partecipanti, di una lista strutturata di temi di ordine teorico, informativo o metodologico, attraverso lo studio di materiale documentario fruibile, consultabile e scaricabile on line attraverso la piattaforma informatica dello IUSVE. In particolare ciascun docente sarà tenuto a mettere a disposizione, contestualmente ai propri interventi seminariali, quei materiali di studio che possono completare la formazione dei partecipanti, anche attraverso una lettura ed uno studio a distanza (brevi saggi, pacchetti di slides, dispositivi diagnostici o di intervento, metodologie particolari, bibliografie mirate, studio di casi, ricerche, ecc.).
Il tirocinio sarà realizzato presso le strutture direttamente  proposte dagli stessi partecipanti o, in alternativa, dallo IUSVE, e potrà costituire l’occasione di sperimentazione o di ricerca applicata di modelli o soluzioni metodologiche fornite durante il corso, o ancora di analisi di problematiche inerenti l’esperienza reale dei corsisti. All’interno del tirocinio sarà elaborato un project work che rappresenta uno strumento di verifica degli apprendimenti relativi alle due aree formative delle lezioni teoriche del Master.
I project work saranno impostati e monitorati all’interno dell’insegnamento “Analisi sistemica dei processi e delle relazioni educative”.

Sistema di valutazione
Al termine di ogni nucleo i partecipanti sono tenuti alla restituzione di questionari di gradimento, nonché alla presentazione di rubriche di valutazione qualitativa delle conoscenze/competenze acquisite.
Lo svolgimento del project work durante il tirocinio costituisce strumento di verifica di ciascuna area formativa.
La prova finale prevederà la elaborazione, presentazione e discussione di una dissertazione sia teorica che pratica. L’elaborato dovrà contenere sia l’approfondimento delle istanze teoriche del tema affrontato, che l’analisi completa di un caso specifico (project work).
Tutto l’iter formativo dello studente durante lo svolgimento del Master sarà accompagnato e documentato da un “portfolio” personale.