images/grafica/TESTATE_IUSVE_UNIVESITY_PRESS/COMUNICAZIONE-M-E-NM.png

Gli studi sulla comunicazione e sui mass media si sono sviluppati nell’ultimo decennio in Italia con ricerche e proposte formative per esperti del settore e per il pubblico. La sfida nei prossimi anni sarà di coniugare l’evolversi della tecnologia digitale con il mondo classico della comunicazione (Semiotica, Storia dei media, Teorie e tecniche della Pubblicità) e del marketing.

Il sapere accademico dovrà fornire linguaggi, sistemi di significazione, modelli antropologici, sociologici, psicologici e pedagogici sia ai professionisti che agli studenti universitari. I comunicatori che nei prossimi anni entreranno nel mondo della comunicazione dovranno infatti possedere le categorie necessarie per affrontare questo universo di sapere in continua e rapidissima evoluzione.

La collana “Comunicazione, marketing e new media” che fa capo al Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE (Corso di laurea Triennale in Scienze e Tecniche della comunicazione grafica e multimediale e al Corso di laurea Magistrale in Creatività e design della comunicazione - Web Marketing & Digital Communication) ha come obiettivo lo studio, la ricerca e l’analisi del complesso mondo della comunicazione nel suo l’aspetto istituzionale, di design, di marketing e dei new media, proponendo un modello interpretativo antropologico, sociologico ed etico proprio del Progetto Culturale del nostro Ateneo.

Giornalismi. La difficile convivenza con fake news e misinformation

Oggi la comunicazione è in costante evoluzione e questo cambiamento coinvolge anche il mondo dell’informazione e del giornalismo, che sempre più spesso si trovano a dover fronteggiare fake news e misinformation. Mai come oggi, quindi, è necessario riuscire a sviluppare nuovi strumenti, nuovi modelli e nuovi linguaggi che possano rispondere alle esigenze del lettore.
Questo manuale, pensato per tutti gli operatori del settore comunicativo, offre un inquadramento teorico preciso dei mass media e un’attenta analisi del profilo dei lettori di oggi. In particolare, è presente un focus sui social network grazie al quale non solo è possibile delineare nuove forme di giornalismo, ma anche le modalità con cui affrontare i cambiamenti in atto, esaminando aspetti come post verità, fake news e misinformation. Nel volume, che vuole essere uno strumento di lavoro, sono presenti anche alcune case-history, in grado di tracciare percorsi comunicativi innovativi e sostenibili.

Autori:
Francesco Pira è docente di Comunicazione e Giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina ed è coordinatore didattico del Master in Manager della Comunicazione Pubblica. Collabora con lo IUSVE, dove è docente di Comunicazione pubblica e d’Impresa dal 2009 . Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Saggista e giornalista, è autore di numerosi articoli e pubblicazioni scientifiche.
Andrea Altinier
si occupa di consulenza nell’ambito della comunicazione strategica e media relation. Ha maturato una consolidata esperienza, lavorando per Swg; oggi lavora per Adnkronos Nordest. Ha seguito come spin doctor diverse campagne elettorali. Dal 2013 è docente di Comunicazione pubblica e d’Impresa allo IUSVE. Con Francesco Pira ha già pubblicato Comunicazione pubblica e d’impresa (libreriauniversitaria.it Edizioni, 2014).

Dettagli del libro
Prefazione di Mariano Diotto
Introduzione di Francesco Pira e Andrea Altinier
1. La dieta mediatica degli italiani: l'informazione in un click
2. L'informazione tra processi e modelli
3. Oltre le notizie: il ruolo dell'ufficio stampa in continua evoluzione
4. Il giornalismo alle prese con i nuovi giornalismi
5. La nuova era della comunicazione: fake news vs fact checking
Conclusione
Appendice al libro
Bibliografia
Gli Autori

Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione: aprile 2018
EAN: 9788833590004
ISBN: 8833590003
Pagine: 152
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui

Comunicazione sociale e pedagogia

Questo libro nasce dall’esperienza del corso di Pedagogia della comunicazione, tenutosi negli ultimi anni presso lo IUSVE di Mestre e Verona nell’ambito del corso di laurea triennale in Scienze e tecniche della comunicazione grafi ca e multimediale.
La prima parte del testo, a carattere teorico, si focalizza sui paradigmi e i modelli educativi, mentre la seconda propone delle pratiche operative riguardanti la pedagogia narrativa e in particolare il digital storytelling. Questa impostazione teorico-pratica intende far sperimentare alcune forme di comunicazione sia nella prospettiva della ricerca pedagogica sia per quanto riguarda l’utilizzo operativo degli strumenti, in particolare i video.
A partire dagli ambiti e dalle frontiere della nuova cultura della comunicazione, il testo si rivolge ai lettori – studenti o professionisti che siano – incoraggiandoli a unire l’acquisizione di competenze tecniche alla consapevolezza critica delle sfide strategiche e sociali della comunicazione multimediale e digitale.

Autore:
Matteo Adamoli
è docente presso lo IUSVE, dove tiene i corsi di Pedagogia della comunicazione e Pedagogia generale, in collaborazione con il prof. Arduino Salatin. Insegna inoltre Digital storytelling per il Master Food & Wine. Dopo la laurea in Cooperazione allo sviluppo presso la facoltà di Scienze della Formazione di Padova, ha conseguito un master in Mediazione culturale all’ Università di Verona. Esperto di progettazione e formazione nell’ ambito della comunicazione strategica e dello storytelling, lavora come consulente aziendale per la progettazione e l’ uso strategico, narrativo e sociale dei media. Ideatore del format creativo Bookasface, è giornalista pubblicista.

Dettagli del libro
Premessa
Prefazione

Parte I. Paradigmi e modelli
1. Verso un nuovo paradigma della pedagogia della comunicazione 
2. Prendersi cura della comunicazione nella rivoluzione digitale 

Parte II. Pratiche di comunicazione formativa
3. Educatori vs comunicatori? 
4. Storytelling nella didattica e nelle organizzazioni
5. Lo storytelling come pratica pedagogica di progettazione comunicativa 

Postfazione
Bibliografia
Nota sugli autori

Editore:libreriauniversitaria.it
Collana:Comunicazione, marketing e new media
A cura di:M. Adamoli
Data di Pubblicazione:2018
EAN:9788862929905
ISBN:8862929900
Pagine:166
Formato:brossura

Per acquistare il libro clicca qui

Tangram: Forme sparse di Teologia della comunicazione

Dal Manifesto della Teologia della comunicazione

«Ogni giorno la Teologia della comunicazione si sveglia e deve correre assieme ai media (formando e educando) per incontrare e valorizzare la persona nella sua totalità e pienezza.
Quando il mondo della Teologia della comunicazione incontra il mondo fantasy viene evocato un secondo Big Bang».

Questi sono gli ultimi due punti del manifesto proposto, letti e considerati attraverso due lenti: la cre-attività e l’ironia che, come ancelle vitali, vi accompagneranno con il loro indispensabile ossigeno tra le pagine di Tangram. 

Autore:
Carlo Meneghetti è docente di Teologia della comunicazione presso lo IUSVE di Mestre e di Verona, IdR nella scuola secondaria di secondo grado, media educator, esploratore di mondi fantasy legati alla religione e al sacro. Assiduo frequentatore di eventi comics, fiere dei fumetti e dei giochi, con alcuni colleghi propone workshop sul gioco, sulla comunicazione e i supereroi nel contesto del Lucca Educational.
Di recente ha pubblicato Basta un clic (2014) ed Elementi di Teologia della comunicazione (2015).

Dettagli del libro
Prefazione
Introduzione
1. I “come” della Teologia della comunicazione
2. Fumetti, miti e sacro: una prospettiva
3. Creatività, comunicazione e mondo religioso
4. Comunicare l’incomunicabile
5. Un “supereroe” religioso: il mondo del sacro comunicato attraverso Man of Steel
6. Il religioso in Harry Potter
7. Un gioco a tema religioso
8. Comunicazione e religione: Il Signore degli Anelli, un viaggio attraverso la fede
9. Non solo “gioco”…
10. La media education nelle comunità ecclesiali
11. La fabbrica dei vizi
12. “Social” Retreat Camp: il campo estivo 2.0
13. Black Mirror, una proposta “social”
14. Spiritualità e gioco di ruolo: due mondi a contatto
15. Un tempo… tra religione e game 159
16. Un’estate allo zoo! Progetto per un grest
17. Il gioco per “incontrare”
18. I giovani al centro: progettare con i giovani e non per i giovani
Considerazioni finali
Postfazione. Le beatitudini di una buona comunicazione

Editore:libreriauniversitaria.it
Collana:Strumenti e eserciziari
Data di Pubblicazione:gennaio 2018
EAN:9788862929691
ISBN:8862929692
Pagine:200


Per acquistare il libro clicca qui.

Pubblicità: manuale imperfetto

Un pubblicitario non è un personaggio stravagante che vive solo di slogan, non tira fuori dal cappello idee magiche come fossero conigli, non si nutre di mondi effimeri e non viaggia solo in prima classe. Questo libro è un manuale imperfetto che cerca di sfatare alcuni pregiudizi legati al grande universo della pubblicità, raccontandone la complessità e la multidisciplinarità, per alimentare conoscenze, prassi, dubbi e domande. Parte dall'approfondire cosa sia il mondo dell'advertising, narrandone storia e teorie, affronta l'impatto che forme e colori hanno sulla percezione visiva, tratta gli aspetti analitici, strategici e tecnici della costruzione del messaggio, affinché sia corretto, efficace e memorabile. Informare, persuadere e - oggi più che mai - coinvolgere e rendere attivo il pubblico è diventata una sfida estremamente importante, nell'era della comunicazione, che si fa sempre più articolata ma spesso confusa e labirintica. 
Un pubblicitario non è un personaggio stravagante che vive solo di slogan, 
non tira fuori dal cappello idee magiche come fossero conigli, non si nutre di mondi effimeri e non viaggia solo in prima classe. 
Questo libro è un manuale imperfetto che cerca di sfatare alcuni pregiudizi legati al grande universo della pubblicità, raccontandone la complessità e la multidisciplinarità, per alimentare conoscenze, prassi, dubbi e domande.
Parte dall’approfondire cosa sia il mondo dell’advertising, narrandone storia e teorie, affronta l’impatto che forme e colori hanno sulla percezione visiva, tratta gli aspetti analitici, strategici e tecnici della costruzione del messaggio, affinché sia corretto, efficace e memorabile. 
Informare, persuadere e – oggi più che mai – coinvolgere e rendere attivo il pubblico è diventata una sfida estremamente importante, nell’era della comunicazione, che si fa sempre più articolata ma spesso confusa e labirintica.

Autori:
Giovanna Bandiera
coordina il Dipartimento di Comunicazione dell'Istituto Universitario Salesiano di Venezia-Verona (IUSVE) ed è docente di Teorie e tecniche della pubblicità. Proviene da una formazione ed esperienze lavorative nel design della comunicazione e nella pedagogia sociale.
Francesca Bonotto è laureata magistrale in Comunicazione integrata e design, collabora da anni con lo IUSVe come assistente nel corso di Teoria e tecniche della pubblicità e nel corso di Creative&Fashion Lab. Lavora come art director anche nell'ambito sociale ed è responsabile della comunicazione integrata dell'Ispettoria Salesiana di Mestre, INE.
Sofia Bellamio si è formata nel mondo degli eventi e dei festival musicali. Laureata magistrale in Creatività e design della comunicazione, è assistente nel corso Teoria e tecniche della pubblicità e collabora nel team del MAster IUSVE Food&Wine 3.0 come assistente alle relazioni esterne.

Dettagli del libro
Indice:
Prefazione
Introduzione
1. Cos’è la pubblicità
2. Cosa si percepisce della pubblicità
3. Cosa c’è nella pubblicità
4. Come si fa pubblicità
5. La pubblicità sociale
6. Emozioni e pubblicità
Conclusione aperta
Bibliografia

Editore:libreriauniversitaria.it
Collana:Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione:ottobre 2017
EAN:9788862929226
ISBN:8862929226
Pagine:226
Formato:brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

I crimini informatici

Dalla violazione della privacy al cyberbullismo, dalle carte di credito clonate al terrorismo internazionale: i crimini informatici sono un tema con il quale oggi tutti dobbiamo necessariamente confrontarci, poiché – nonostante l’apparente impalpabilità del mondo digitale – le conseguenze sono assolutamente tangibili e reali. 
Per far fronte a questo particolare tipo di crimine, complesso e talvolta affascinante, è indispensabile la collaborazione tra il giurista e l’ingegnere informatico. Essi dovranno infatti lavorare in team per garantire la corretta applicazione della legge, per suggerire le opportune innovazioni legislative e per prevenire l’insorgere stesso dei crimini. 
Questo manuale, attraverso un’analisi dettagliata della normativa e con l’ausilio di numerosi esempi, avvicina il lettore a una disciplina fortemente attuale e destinata a diventare sempre più importante in un’epoca in cui quasi ogni aspetto della vita è condizionato dalla tecnologia e dal rapporto con i media digitali. 

Autore:
Nevio Brunetta è avvocato in utroque iure (foro Statale ed Ecclesiale), laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Padova e in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Lateranense di Roma.
Avvocato di Corte Suprema di Cassazione e delle Magistrature Superiori è dottore in Diritto Canonico e insegna, allo IUSVE nel campus di Mestre e Verona, Diritto dell’informazione e della comunicazione al Corso di Laurea in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Dettagli del libro
Indice:
Introduzione
1. Le falsità personali
2. La privacy e il domicilio informatico
3. Gli inganni nella rete informatica o telematica e il conseguente danno
4. La giustizia fai da te nella rete informatica o telematica
5. Il terrorismo e l’eversione nella rete informatica o telematica
6. I sex offender nella rete informatica o telematica
7. Il copyright nella rete informatica o telematica
8. I delitti collegati alla criminalità informatica
9. Il cyberbullismo nella rete informatica o telematica
Conclusioni
Bibliografia e sitografia

Editore:libreriauniversitaria.it
Collana:Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione:settembre 2017
EAN:9788862929189
ISBN:8862929188
Pagine:136

Per acquistare il libro clicca qui.

Manuale metodologico di storia dell'arte e design grafico

Questo libro si propone come strumento di analisi e riflessione sulle questioni fondamentali poste dagli artisti, dall’età moderna al presente, attraverso il loro linguaggio visivo.
Il problema della rappresentazione dello spazio nell’immagine, e della sua costruzione tridimensionale in scultura e nelle installazioni contemporanee; quello della dimensione temporale, formalmente e simbolicamente espressa nell’opera; il tema dell’identità dello stile e della relazione con l’alterità; la possibilità stessa di rappresentare il sacro: sono questi gli argomenti attorno ai quali si sviluppa il testo.
Il fine comunicativo dell’opera d’arte, anche nel caso degli esempi espressivi più criptici, ci spinge ad interrogarci, nel contesto di un percorso di studi in Scienze e Tecniche della Comunicazione, sui contenuti, i modi e le forme dei suoi linguaggi, per comprendere e interpretare il significato delle immagini.

Autore:
Milena Cordioli è docente di Storia dell’arte e del design grafi co presso lo IUSVE di Mestre e Verona; di Didattica dei linguaggi artistici e Comunicazione e valorizzazione delle collezioni museali all’Accademia Santa Giulia di Brescia. Dottore di ricerca in arte contemporanea, ha pubblicato numerosi saggi e la monografi a Il rapporto tra singolarità e universalità nel ritratto (Foggia, 2012).

Dettagli del libro
1. Liberarsi dal pregiudizio estetico
1.1. Idealismo o Espressionismo?
1.2. La convivenza degli opposti
1.3. La riproducibilità tecnica: limite o possibilità?
1.4. L’arte è figlia del suo tempo
2. Il valore espressivo della tecnica e della materia
2.1. La vita materiale dell’opera
2.2. Confronto tra pittura e scultura: “il paragone delle arti”
2.3. Lo specchio: oltre la terza dimensione
2.4. Riflessi e figure. Bellezza, vanità e perdita
2.5. Il caso Munch e la variante espressiva sul tema
3. La libertà d’essere artista: differenza tra stile e maniera
3.1. Univocità espressiva dell’opera d’arte
3.2. Confronto tra stile e maniera. L’artista e la “scuola di”
3.3. Confronto tra stile e maniera. L’artista e la citazione
3.4. Cézanne e il rapporto tra arte e vita
3.5. La libertà dell’artista rispetto al pubblico e alla committenza
4. Un universo di simboli che si rispecchiano
4.1. Il linguaggio simbolico dell’arte
4.2. La Malinconia di Dürer: un complesso sistema iconografico e iconologico
4.3. Trasformazione e persistenza della Malinconia dall’età moderna al XX secolo
5. Il tempo e lo spazio
5.1. Il tempo. La simbologia degli strumenti musicali
5.2. Lo spazio. La costruzione della profondità
6. Arte sacra nel Novecento: iconografica, metaforica o astratta?
6.1. La persistenza iconografica del soggetto sacro nel XX secolo
6.2. Il livello metaforico: la carne ferita
6.3. Il principio d’astrazione: riduzione geometrica e forme simboliche
7. Identità e alterità. L’arte concettuale
7.1. Il pensiero dell’?arte sull’arte. Un esempio: la ricerca di Giulio Paolini
7.2. Lo specchio e la «filosofia figurata della visione» (Merleau-Ponty)
8. Linea di confine: è opera d’arte o immagine grafica?
8.1. Chiarezza e ambiguità comunicativa tra opera d’?arte e design grafico
8.2. Elementi strutturali: la luce
8.3. Elementi strutturali: la forma
8.4. Elementi strutturali: la percezione
Conclusione
Bibliografia

Editore:libreriauniversitaria.it
Collana:Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione:settembre 2017
EAN:9788862929073
ISBN:8862929072
Pagine:178
Formato:brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

Estetica e comunicazione. Piccolo manuale non soltanto per graphic designer

Quali sono gli strumenti filosofici necessari a chi si occupa di comunicazione, per affrontare la grande sfida di decostruire il proprio sguardo, spesso troppo ammaestrato, e ripensare criticamente il mondo delle immagini nel quale siamo immersi?
Questo breve manuale introduttivo all’estetica è pensato per chi non ha avuto l’opportunità di “frequentare” altrimenti la filosofia. La scelta è stata quella di tentare di definire chiaramente i punti fermi della questione e procedere a una sintetica narrazione della storia dell’estetica, facendo emergere percorsi tematici e concetti chiave, approfonditi nella seconda parte con brani antologici, per fornire così i primi strumenti teorici per ripensare ciò che guardiamo tutti i giorni, senza vederlo mai chiaramente.

Autore:
Federica Negri è docente di Filosofia del linguaggio ed Estetica e di Antropologia filosofica e Comunicazione presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia-Verona (IUSVE) e collabora con la facoltà di Filosofia dell’Università di Padova. Si occupa da molto tempo di filosofia contemporanea, prevalentemente di ambito francese, con qualche incursione nell’area tedesca.

Dettagli del libro
Indice:
“Estetica”. Storia di un concetto
1.1 Un termine, molti significati
1.2 L’estetica nel mondo antico
1.3 Attraverso il Medioevo
1.4 L’estetica moderna
1.5 Il Settecento, la nascita della disciplina “estetica”
1.6 L’Ottocento
1.7 Le correnti del Novecento e del contemporaneo
Dizionarietto. Piccola antologia dei grandi temi dell’estetica
A. Arte
B. Bello. Brutto
C. Cinema
D. Dandy. Design/Designer
E. Effimero
F. Fotografia
G. Genio
H. Habitat come abitare
I. Immagine
K. Kitsch
L. Limite
M. Mimesis
N. Neuroestetica
O. Occhio
P. Percezione
Q. Quadro come pittura
R. Ritratto
S. Sublime
T. Tragico
U. Unicità
V. Virtuale
W. Wabi-sabi
Z. Zero
Bibliografia

Titolo: Estetica e comunicazione. Piccolo manuale non soltanto per graphic designer
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione: giugno 2016
EAN: 9788862927383
ISBN: 886292738X
Pagine: 218
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

Music marketing 3.0

La musica è un’arte, ed è anche un’industria con i suoi attori, le sue logiche e le sue leggi. Ma con la tecnologia e le reti sociali il settore vive una rivoluzione. Nel giro di qualche nota si è passati dal giradischi alla generazione iPod, fino alle nuove forme della musica liquida. Tramite una profonda analisi del mercato, l’esplorazione di innovative piattaforme web e mobile e la presentazione di concreti casi di studio, il libro racconta la rivoluzione dell’industria musicale a chiunque ne faccia parte e non voglia essere tagliato fuori dalla storia. Attenzione particolare è riservata all’artista e alle nuove strategie di emersione: gli autori hanno elaborato una metodologia di social music marketing – Music Marketing 3.0 – per fare musica e stare sul mercato. La musica resta arte, l’industria cambia forma.

Autori:
Marco Gardellin, laureato in Web Marketing & Digital Communication allo IUSVE, è copywriter e storyteller per passione. Creativo, nativo digitale dall’animo e la mente aperti, si occupa di social media marketing, con una propensione verso il marketing 3.0, il branded entertainment e tutto ciò che rientra nella sfera dell’unconventional. Ha fondato la band pop-rock Vertigine dei Giganti con cui esprime e sperimenta il suo essere musicista, cantante e autore.
Giovanni Vannini è docente di Social Media Marketing e Social Media LAB in IUSVE, e docente in master su tematiche marketing 3.0 e innovazione in Rete. Stratega della comunicazione come piattaforma di relazione autentica tra società e mercato, è advisor di imprese e realtà non profit sia italiane sia internazionali. Start-up mentor, media educator, è editore digitale per bambini con Koo-koo Books, conference speaker su innovazione, filosofia hacker e educazione.

Dettagli libro
Indice
Prefazione (M.P. Favaretto)
Premessa
Introduzione
1. L’industria musicale e la rivoluzione dei nuovi media: dall’analogico al digitale
2. La nuova legge della “musica liquida”
3. L’artista emergente: un brand in cerca di pubblico
4. Un modello social per l’emersione dell’?artista 3.0
Conclusioni. Un riepilogo del viaggio musicale e il grande salto
Bibliografia
Indici analitici

Titolo: Music marketing 3.0
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione: giugno 2016
EAN: 9788862927475
ISBN: 8862927479
Pagine: 148
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

Economia, organizzazione e qualità. Un percorso guidato con il supporto di strumenti tecnici e metodologici

Viviamo in tempi complicati: lo scandalo europeo #luxleaks, il rischio #grexit, l’inatteso e dirompente #brexit; la crisi finanziaria globale del 2008, il crollo delle banche territoriali; le prove truccate del #dieselgate; il caso Parmalat e altro ancora. In un tempo in cui prevale l’incertezza e sono continui e improvvisi i cambiamenti di scenario, l’economia non può più essere presidio di pochi ma deve invece divenire un patrimonio di molti, una cultura che aiuti a interpretare, comprendere, assecondare e, ove possibile, trarre vantaggio dalle trasformazioni in atto.
Con questo obiettivo, si è inteso associare in un unico testo, in forma comprensibile e autoconsistente, un insieme di temi che sono generalmente affrontati in contesti diversi: economia (inclusa la macroeconomia), organizzazione aziendale, processi e qualità (con riferimento alla ISO 9001:2015). Ad essi sono affiancati strumenti, tecniche e best practice per dare concretezza alle nozioni acquisite e renderle immediatamente operative.

Autore:
Antonio Candiello, PhD in fisica teorica, ha operato in azienda rivestendo ruoli organizzativi ed è attualmente consulente e formatore per i processi di innovazione in informatica e tecnologia, sistemi di gestione qualità e ambiente presso imprese e pubbliche amministrazioni. Ha svolto attività di docenza per i principali enti di formazione e Università del Nord-Est; ha collaborato con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare in progetti europei inerenti ICT e cloud computing e per Ca’ Foscari Venezia ha coordinato progetti regionali di eGovernment. Ha all’attivo numerose pubblicazioni come autore e coautore.

Dettagli del libro
Indice:
Prefazione di Mariano Diotto
Introduzione
1. L’azienda
2. Il contesto economico
3. L’organizzazione
4. I processi aziendali
5. La qualità del prodotto/servizio
Conclusioni
Appendice
Bibliografia

Titolo: Economia, organizzazione e qualità. Un percorso guidato con il supporto di strumenti tecnici e metodologici
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione: settembre 2016
EAN: 9788862927659
ISBN: 8862927657
Pagine: 192
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

Graphic and digital designer. Una professione proiettata nel futuro

Partendo dagli amanuensi, passando per i calligrafi e giungendo agli stampatori, le professionalità e le abilità oggi richieste al graphic designer sono sensibilmente cambiate. Oggi il graphic & digital designer deve unire l’arte, la cultura e la tecnologia per comunicare idee attraverso segni iconici, fotografici e simbolici, dimensioni e colori, in un prodotto finale che va dal classico stampato al mondo delle app mobile, che sia armonico ed esteticamente gradevole per il pubblico di riferimento. Le competenze necessarie provengono quindi dalla cultura artistica, filosofica ed estetica, e si contaminano con discipline di stampo antropologico come la psicologia, la sociologia e la pedagogia o di stampo economico come il marketing e la comunicazione d’impresa, il tutto supportato da un sapere tecnologico avanzato.
L’autore, assieme ai docenti del corso di laurea in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e digitale dello IUSVE, ci racconta la storia di questa professione indicandoci una nuova traiettoria che permetta di delineare le competenze oggi richieste dal mondo del lavoro e che l’università dovrebbe erogare per formare professionisti in grado di inserirsi in questo complesso mondo della comunicazione.

Autore:
Mariano Diotto è Direttore del Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE, docente del corso di Semiotica generale ed esperto di grafica, design della comunicazione e creatività. Ha coltivato da sempre la passione per la comunicazione lavorando in radio come speaker, in televisione come autore, scrivendo romanzi per ragazzi, insegnando all’università e tenendo numerose conferenze sulla comunicazione, la grafica e il mondo web. Ha partecipato a molte ricerche internazionali con università statunitensi in ambito pubblicitario, creativo e di Social tv.

Dettagli del libro
Indice:
Introduzione
1. Arte e design
2. Pubblicità e creatività
3. Progettazione e media
4. Marketing, comunicazione d’impresa e management
5. Filosofia, storia ed etica
6. Le scienze umane

Titolo: Graphic and digital designer. Una professione proiettata nel futuro
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Data di Pubblicazione: settembre 2016
EAN: 9788862927642
ISBN: 8862927649
Pagine: 394
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui.