images/grafica/TESTATE_IUSVE_UNIVESITY_PRESS/COMUNICAZIONE-M-E-NM.png

Gli studi sulla comunicazione e sui mass media si sono sviluppati nell’ultimo decennio in Italia con ricerche e proposte formative per esperti del settore e per il pubblico. La sfida nei prossimi anni sarà di coniugare l’evolversi della tecnologia digitale con il mondo classico della comunicazione (Semiotica, Storia dei media, Teorie e tecniche della Pubblicità) e del marketing.

Il sapere accademico dovrà fornire linguaggi, sistemi di significazione, modelli antropologici, sociologici, psicologici e pedagogici sia ai professionisti che agli studenti universitari. I comunicatori che nei prossimi anni entreranno nel mondo della comunicazione dovranno infatti possedere le categorie necessarie per affrontare questo universo di sapere in continua e rapidissima evoluzione.

La collana “Comunicazione, marketing e new media” che fa capo al Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE (Corso di laurea Triennale in Scienze e Tecniche della comunicazione grafica e multimediale e al Corso di laurea Magistrale in Creatività e design della comunicazione - Web Marketing & Digital Communication) ha come obiettivo lo studio, la ricerca e l’analisi del complesso mondo della comunicazione nel suo l’aspetto istituzionale, di design, di marketing e dei new media, proponendo un modello interpretativo antropologico, sociologico ed etico proprio del Progetto Culturale del nostro Ateneo.

Copywriting. La scrittura fatta dalle persone per le persone

Questo libro affronta il vasto tema del copywriting. Ma cos’è il copywriting? Pur trattandosi di una disciplina multiforme, potremmo definirlo l’arte di scrivere i testi in cui tutti noi ci imbattiamo quotidianamente: pubblicità, contenuti web, newsletter, blog, post sui social media. I suoi ambiti d‘elezione ne fanno una pratica a tutto tondo: un buon copywriter deve infatti unire creatività, assoluta padronanza della lingua, ma anche competenze tecniche e informatiche che gli permettano di creare testi funzionali a più livelli. Se infatti non bisogna mai dimenticare il punto di vista del lettore è d’altronde fondamentale conoscere, ad esempio, anche i meccanismi dell’indicizzazione nei motori di ricerca, ormai indispensabili (non solo) per il marketing.
Stile, creatività, sintesi fulminea, conoscenza dei linguaggi specifici di ogni ambito, padronanza dei diversi registri linguistici, competenze SEO, empatia con il proprio pubblico: il copywriting è tutto questo e molto di più e richiede ai professionisti del settore una profonda sintonia con le emozioni, le istanze e le necessità della società 2.0.

Dettagli del libro
Indice:
Introduzione
1. La necessità della padronanza linguistica
2. Una materia vocata alla creatività
3. L’evoluzione con i media digitali
4. Scrivere per il web: concetti base e SEO copywriting
5. Fondamenti della comunicazione via e-mail
6. Il social copywriting: tra applicazioni e relazioni
7. Il copywriting oggi. Dalla web reputation allo storytelling, tra blog e ghostwriting
Conclusioni
Bibliografia

Titolo: Copywriting. La scrittura fatta dalle persone per le persone
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area sociale
Data di Pubblicazione: 2015
ISBN: 8862926588
ISBN-13: 9788862926584
Pagine: 128
Reparto: Economia e management > Marketing e pubblicità > Pubblicità
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

Identità dinamica. Tra metodo e pensiero laterale

In questi ultimi anni è emersa sempre più la necessità di strutturare un’identità di marca dalla spiccata personalità, in grado di narrare storie articolate e di comunicare contenuti diversi in ambiti differenti. Esistono sistemi identitari potenzialmente capaci di rispondere a questa esigenza: le identità dinamiche, che riescono a rendere il processo evolutivo il mezzo attraverso cui affermare il proprio essere.
Il presente testo tratta il tema dell’identità dinamica da diversi punti di vista e toccando molteplici discipline; si parte dalla ricerca del significato di essere e divenire attraverso Parmenide ed Eraclito, per arrivare alle teorie sociali contemporanee di Zygmunt Bauman e Henry Jenkins. Vengono poi introdotti i presupposti e i contenuti dell’identità dinamica, per arrivare infine a definire un sistema che aiuti la progettazione, seguendo sia il metodo di Bruno Munari sia il pensiero laterale di Edward De Bono.
Infine, il libro si conclude presentando alcuni fondamenti di grafica utili per la progettazione e per aiutare il designer a comprendere il potenziale di questo sistema identitario.

Autore:
Andrea Barbato è architetto, designer e grafico. Si occupa di consulenza d'immagine e strategia di comunicazione per diverse aziende e istituzioni. Nel 2007 fonda, con il fratello Davide, STUDIO DRB, un'agenzia creativa con sede a Mogliano Veneto (TV). Collabora con lo IUSVE e l'Università di Padova.
Davide Barbato è laureato in Economia e Commercio ma da sempre si occupa di web e nuove tecnologie per lo sviluppo di progetti multimediali. Nel 2007 fonda, con il fratello Andrea, STUDIO DRB, un'agenzia creativa con sede a Mogliano Veneto (TV). Collabora con lo IUSVE e l'Università di Padova.
Alessandro Stefanoni è architetto e designer. Da sempre attento alla componente comunicativa del progetto, affianca l'attività di ricerca e quella di progettazione architettonica e di prodotto. Collabora con lo IUSVE.

Dettagli del libro
Indice:
Prefazione
Introduzione
1. Essere e divenire, modernità e convergenza
2. L'identità dinamica
3. Un sistema progettuale
4. La composizione grafica di un'identità dinamica
Bibliografia
Sitografia

Titolo: Identità dinamica. Tra metodo e pensiero laterale
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area sociale
Data di Pubblicazione: 2015
ISBN: 8862926529
ISBN-13: 9788862926522
Pagine: 98
Reparto: Politica e società > Società e cultura > Studi sui mezzi di comunicazione di massa
Formato: brossura

Per acquistare il libro clicca qui.

Creatività, pensiero creativo e metodo

Nella società complessa in cui viviamo, la creatività è una capacità non solo utile all’innovazione ma necessaria alla stessa sopravvivenza delle organizzazioni e dei gruppi sociali. L’evoluzione e il cambiamento, che soprattutto la tecnologia ha generato negli ultimi decenni, sono sempre più rapidi e imprevedibili. Per questo le risposte ai problemi della quotidianità sono sempre più difficili da trovare: l’esperienza, da sola, non aiuta a risolvere le situazioni agevolmente come nel passato. Molto è stato scritto sul tema della creatività, sia per spiegarne la genesi, sia per definire metodiche che consentano alla persona di utilizzarla con maggiore frequenza in ambito produttivo, educativo e sociale. In questo testo si analizzano i principali approcci allo studio della creatività e si concentra l’attenzione soprattutto sul modo di manifestarsi del pensiero creativo e sul metodo per guidare tale pensiero a superare l’ovvio e gli schemi mentali consolidati dall’esperienza, al fine di costruire risposte e soluzioni originali. Il pensiero può essere educato, attraverso il metodo, per sviluppare la capacità di innovare e di superare le barriere e gli schemi mentali precostituiti. Oltre ad analizzare i vari tipi di pensiero che concorrono a sviluppare un approccio creativo alle situazioni, il libro esamina anche alcune metodologie strutturate che sono state concepite proprio per favorire un modo di pensare fluido, flessibile e originale.

Autore

Ferruccio Cavallin, psicologo dell’organizzazione, si occupa dello sviluppo delle competenze relazionali e di pensiero. Lavora come consulente, formatore e animatore in aziende private ed enti pubblici nel settore della produzione, dei servizi e dell’agricoltura. È docente di Teorie e tecniche del pensiero creativo e di Psicologia della persona nelle organizzazioni allo IUSVE di Venezia e fa parte della faculty della fondazione CUOA (Consorzio Universitario di Organizzazione Aziendale) di Altavilla Vicentina. È autore di libri e articoli scientifici sui temi della psicologia applicata all’organizzazione e sulla creatività, tra cui Atlante della creatività (1993) e Creatività insieme (1995).


Dettagli del libro
Indice:
Prefazione
1. Messa a fuoco di un concetto
2. Contributi teorici sulla creatività
3. Pensiero, pensiero complesso, pensiero creativo
4. Metodi per la creatività
Appendice. Alcune tecniche
Bibliografia

Titolo: Creatività, pensiero creativo e metodo
Autore: Ferruccio Cavallin
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area sociale
Data di Pubblicazione: Gennaio 2015
ISBN: 886292576X
ISBN-13: 9788862925761
Pagine: 196
Formato: brossura
Reparto: Benessere, mente e corpo > Conoscere se stessi

Per acquistare il libro, cliccare qui.

Frame - Videoarte e dintorni

Definire la videoarte significa distinguerla innanzitutto dalla produzione cinematografica che predilige la narrazione e il testo rispetto alle scelte stilistico-formali autoreferenziali e autosufficienti del video. La videoarte è una zona di sperimentazione, realizzata da artisti visivi, che utilizza come specifica materia espressiva il dispositivo elettronico per la produzione di immagini e suoni. Un approccio reso possibile solo grazie all’opera di destrutturazione linguistica che le avanguardie hanno svolto e continuano a svolgere. Un’apertura nei confronti di tecniche e statuti disciplinari che ha reso possibile superare lo scontro di oggettività con la fotografia e lo snodo del rapporto tra autenticità, originalità, genialità e riproducibilità a partire dalla problematica contaminazione (e pericolosa sovrapposizione) tra tecnica e creatività. Il cinema di fatto ha immaginato il paesaggio mediatico, le reti intermediali e un rapporto sinestetico con le immagini in movimento e rimane sfondo programmatico su cui agiscono le sperimentazioni delle prime avanguardie in cui già si riconoscono i tratti che diventeranno propri della sperimentazione elettronica. Da questa libertà sperimentale muovono i passi coloro che useranno il video come alter-ego dell’occhio, dello spettatore, della cornice o del punto di vista; per smontare la visione illusionistica, estatica o meravigliosa a favore di un’oggettività minimalista e dissacratoria del discorso artistico.

Autore
Simone Azzoni è critico d’arte e docente di Storia dell’arte contemporanea presso lo IUSVE. Tiene corsi di Lettura critica dell’immagine presso l’Istituto di Design Palladio di Verona.
È autore di seminari di Lettura critica dello spettacolo presso l’Università di Verona e di saggi di ermeneutica teatrale per case editrici specializzate, ed è critico teatrale per il quotidiano l’Arena e per riviste di settore. Organizza rassegne teatrali di ricerca e sperimentazione con il Teatro Nuovo di Verona. Per Fondazione Aida, è autore di testi teatrali rappresentati a Parigi, New York e attualmente in tournée.

Dettagli del libro
Indice:
Premessa
1. Prologo
2. Elementi di analisi
3. Trame
Epilogo. Conservare ed esporre la videoarte
Bibliografia


Titolo: Frame. Videoarte e dintorni
Autore: Simone Azzoni
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area umanistica
Data di Pubblicazione: 2014
ISBN: 8862925395
ISBN-13: 9788862925396
Pagine: 80
Formato: illustrato, brossura
Reparto: Arte > Movimenti e stili artistici > Altri stili dal 1900 d.C. in poi

Per acquistare il libro, cliccare qui.

Mass media e processo nel crimine

La finalità di questo testo è evidenziare come, nell’ambito delle vicende giudiziarie, agli inquirenti spetti il compito di effettuare gli accertamenti, ai giudici quello di verificarne la fondatezza e ai giornalisti quello di darne notizia, senza suggestionare la collettività creando false e inopportune aspettative.
Tutte le parti in causa devono tenere sempre presente la necessità di raggiungere un giusto equilibrio tra i compiti dell’informazione – a cui la comunità sociale, in quanto sovrana, attinge – e quelli della magistratura, che amministra la giustizia in nome della medesima sovranità popolare. Il lavoro dei mass media e quello della magistratura, dunque, non vanno concepiti come due attività in contrasto tra loro, bensì come i due attori principali di una sinergia necessaria per confermare e ripristinare il bene comune che il crimine ha violato.

Autore
Nevio Brunetta è avvocato in utroque iure (foro Statale ed Ecclesiale), laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Padova e in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Lateranense di Roma.
Avvocato di Corte Suprema di Cassazione e delle Magistrature Superiori è Dottore in Diritto Canonico e insegna, allo IUSVE nel campus di Mestre e Verona, Diritto dell’informazione e della comunicazione al Corso di Laurea in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale.

Dettagli del libro
Indice:
Introduzione
1. Il principio di non colpevolezza nei diversi ordinamenti giuridici
2. Gli atti del processo penale
3. I mass media e le udienze penali
4. L’attività giornalistica nelle vicende giudiziarie
5. La casistica: attualità e storia a confronto
Abbreviazioni
Bibliografia e sitografia


Titolo: Mass media e processo nel crimine
Autore: Nevio Brunetta
Editore: libreriauniversitaria.it
Area disciplinare: Area economico-professionale
Data di Pubblicazione: 2014
ISBN: 8862925557
ISBN-13: 9788862925556
Pagine: 88
Formato: brossura
Reparto: Diritto > Diritto penale > Diritto e procedura penale

Per acquistare il libro, cliccare qui.

Comunicazione pubblica e d'impresa

La comunicazione riveste oggi un ruolo centrale sia nella realtà aziendale sia all’interno delle istituzioni ad ogni livello di governo: comunicare è una necessità e non più solo un’opzione.
In uno scenario di costante bombardamento mediatico e dopo la rivoluzione apportata dal web e dai social network, costruire una comunicazione efficace è un’operazione sempre più complessa che richiede, per i moderni comunicatori, metodo e organizzazione. Questo volume accende i riflettori proprio sui temi della comunicazione pubblica e aziendale declinando teorie, modelli e matrici d’analisi che stanno alla base di questa disciplina, e fornisce allo stesso tempo strumenti operativi utili e utilizzabili. Non un semplice manuale, insomma, ma un testo che cerca di offrire indicazioni operative e percorsi innovativi per gettare le basi di una comunicazione realmente efficace in un mercato sempre più competitivo.

Autori
Francesco Pira è docente di comunicazione e giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Messina e di Comunicazione d’impresa e comunicazione pubblica presso lo IUSVE di Venezia e Verona. Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Saggista e giornalista, è autore di numerosi articoli e pubblicazioni scientifiche.

Andrea Altinier si occupa da anni di comunicazione pubblica e istituzionale. Ha maturato una consolidata esperienza lavorando nelle istituzioni e presso la società Swg, dove si è occupato di ricerca e consulenza in materia di comunicazione pubblica, analisi di immagine e di posizionamento e customer satisfaction. Dal 2013 è docente di Comunicazione d’impresa e comunicazione pubblica all’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE).

Dettagli del libro
Indice:
Presentazione di Mariano Diotto
Introduzione
Parte I Una nuova cultura della comunicazione
Parte II La comunicazione pubblica
Parte III La comunicazione d'impresa
Parte IV Il Piano di Comunicazione
Parte V La Responsabilità Sociale d'Impresa
Parte VI La comunicazione di crisi
Conclusioni
Bibliografia


Titolo:
Comunicazione pubblica e d'impresa

Autori: Francesco Pira, Andrea Altinier
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area sociale
Data di Pubblicazione: 2014
ISBN: 886292562X
ISBN-13: 9788862925624
Pagine: 302
Formato: rilegato
Reparto: Economia e management > Management > Comunicazioni e presentazioni

Per acquistare il libro, cliccare qui.

Il punto cieco - Note su l'occhio e lo spirito di Maurice Merlau-Ponty

Vivere nella “società delle immagini” significa imparare a interrogarci sul loro reale significato, nonché sulle implicazioni complessive – filosofiche e politiche, etiche e sociali – delle immagini che ogni giorno passano sotto i nostri occhi, o che noi stessi produciamo. Cosa significa, infatti, vedere? Cosa significa per noi, in quanto esseri pensanti, ma soprattutto in quanto corpi pensanti? Quanto può svelare della nostra natura questo atto così fondamentale e allo stesso tempo così comune? Le immagini costituiscono il tessuto della nostra esperienza del mondo, e il nostro stesso corpo è, a sua volta, oggetto di immagini altrui. Cosa vuol dire, allora, vedere?
Attraverso l’analisi de L’occhio e lo spirito di Maurice Merleau-Ponty, è possibile approfondire la conoscenza di questo tema così complesso e affascinante, svelando la valenza veritativa dell’immagine, intesa come visione dell’Essere, per giungere alla possibilità di una nuova ontologia del visibile che sia radicata nella carne del proprio corpo.

Autrice
Federica Negri è docente di Filosofia del linguaggio ed Estetica e di Antropologia filosofica e Comunicazione presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia-Verona (IUSVE). Si occupa da molto tempo di filosofia contemporanea, prevalentemente di ambito francese, con qualche incursione nell’area tedesca.

Dettagli del libro
Indice:
1. Dalla Fenomenologia della percezione a L’ occhio e lo spirito. L’ enigma della visione
2. L’ occhio e lo spirito. La pittura dell’ Essere
Per concludere
Nota biografica
Bibliografia
Indice analitico


Titolo: Il punto cieco
Autore: Federica Negri
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area sociale
Data di Pubblicazione: 2013
ISBN: 886292416X
ISBN-13: 9788862924160
Pagine: 86
Reparto: Filosofia > Estetica


Per acquistare il libro, cliccare qui.

Complessità creativa - Cultura post-industriale e risorse generative

La complessità del post-industriale avanza, è pervasiva, interstiziale, diffusa. Avvolge l’intera società, genera insicurezza, inquietudine, paura, ma al contempo anche numerose opportunità progettuali. Dinnanzi a così tante sfide e incertezze, le risorse generative permettono agli attori e ai sistemi sociali di immaginare nuovi sentieri e orizzonti. Ecco che è proprio la creatività a dominare la scena della società post-industriale, tanto nella progettualità personale, quanto in quella economica e sociale.

Autore

Daniele Callini
, sociologo, svolge attività di consulenza, analisi e formazione per diversi sistemi organizzativi ed educativi. È stato per un decennio amministratore di una società di ricerca e intervento in ambito socio-economico. Ha insegnato diciotto anni all’Università di Bologna, in diverse facoltà, corsi di laurea e di specializzazione. Oggi è professore presso lo IUSVE di Venezia. È autore di numerose pubblicazioni sul cambiamento, la complessità, l’apprendimento. Ha di recente fondato la Libera Officina, un laboratorio per la crescita di persone, organizzazioni, servizi formativi.

Dettagli del libro

Indice:

Presentazione
1. Complessità post-industriale
2. Per una sociologia della creatività
3. Organizzazioni, cambiamento, innovazione
4. Crisi, bellezza, cultura, impresa creativa
5. Creatività nel lavoro, competenze creative
6. Apprendimento esistenziale, traiettorie di felicità
7. Superare illusioni, riprodurre autenticità
8. Interazioni sociali, morfogenesi relazionali
9. Sopportare disordine, ideare nuovi equilibri
10. Gestazione di senso, creazione di coraggio
11. Fertilità di immaginari simbolici, campi percettivi
12. Forza creativa del linguaggio
Bibliografia



Titolo:
Complessità creativa. Cultura post-industriale e risorse generative
Autore:
Daniele Callini
Editore: libreriauniversitaria.it
Collana: Comunicazione, marketing e new media
Area disciplinare: Area sociale
Data di Pubblicazione: 2014
ISBN: 8862924364
ISBN-13: 9788862924368
Pagine: 122
Formato: brossura
Reparto: Economia e management > Management > Innovazione d'impresa


Per acquistare il libro, cliccare qui.

Evolvi il tuo marketing - Il marketing strategico e scientifico

Cosa vuol dire fare strategia? Quando una strategia è vincente? Come si realizza? Come si gestisce l’approccio strategico in azienda?
Questo manuale si prefigge di definire e costruire una nuova prospettiva per un marketing evoluto. Un marketing che va oltre gli attuali schemi e approcci e che, per farlo, utilizza strumenti più potenti ed efficaci. Un’evoluzione che si esprime su tre dimensioni: una maggiore larghezza della sfera d’azione, una maggiore profondità d’analisi e un’altezza di prospettiva accresciuta per guardare e andare al di là delle consuetudini e dello status quo.
Il tutto raccontato con una commistione di stili: dal linguaggio tecnico a quello narrativo, dai metodi e i modelli alle esperienze direttamente vissute. Una guida e un accompagnamento per tutti coloro che si interessano di marketing scientifico e strategico, o per coloro che non sanno cosa siano e a cui interessa soltanto un marketing migliore.


Autore
Francesco Sordi
, trevigiano, si è formato allo IULM di Milano, specializzandosi in ambiti quali i consumi, la pubblicità, il marketing strategico e scientifico. Ha lavorato presso un’agenzia di consulenza di marketing e comunicazione diventando successivamente marketing director di un’azienda che opera a livello internazionale. Dal 2011 è docente di Marketing presso l’Università IUSVE, nelle sedi di Venezia-Mestre e Verona. Affianca alle attività manageriali e formative il ruolo di consulente e coach.


Dettagli del libro
Indice:

Perché leggere (e magari studiare) questo testo
Introduzione. Il marketing, secondo me
1. Non si può non fare marketing, si deve scegliere come farlo
2. Il modello 3D-ing
3. Case study: Vinicola Serena
4. Il territorio competitivo: elementi base di Offerta, Domanda, concorrenza
5. Le cinque vie strategiche
6. Produci ciò che puoi vendere: la laddering analysis per l’ R&D
7. Il piano marketing operativo
8. Lo strategic check
9. Il modello Idea3 per una creatività strategicamente indotta – brainstorming addio!
10. Case history: Arteba
11. Il caso Liv’ in De’ Longhi Store
Conclusione
Bibliografia


Titolo: Evolvi il tuo marketing

Autori: Francesco Sordi

Editore: libreriauniversitaria.it

Collana: Comunicazione, marketing e new media

Data di Pubblicazione: 2013

ISBN: 8862924186

ISBN-13: 9788862924184

Pagine: 296

Formato: illustrato, brossura

Reparto: Economia e management > Marketing e pubblicità

Per acquistare il libro, cliccare qui.

Manuale di economia e organizzazione aziendale

Questo libro presenta agli studenti universitari, in maniera organica e completa, i principali argomenti svolti nei corsi di Economia e Organizzazione Aziendale. Il testo sviluppa una visione d’insieme dell’impresa e approfondisce le principali tematiche legate a economia (micro e macro), strategia, organizzazione, mercato e controllo.
Il percorso sviluppato è in equilibrio fra teoria e modelli operativi, tra strumenti e soluzioni organizzative, tra casi aziendali e approfondimenti. Le logiche di analisi sono due: la prima è quella di presentare le principali tematiche legate all’impresa, mentre la seconda approfondisce il “fare impresa di piccole e medie dimensioni” con uno strumento di business plan.
In questo senso il libro può essere utile anche ai partecipanti a corsi master oppure per chi voglia apprendere, in forma autodidatta, i fondamenti economici dell’agire manageriale.


Autore
Ferdinando Azzariti
è professore a contratto allo IUSVE di Verona. In passato ha insegnato anche all’Università di Venezia e di Udine. È presidente di un’importante impresa. Formatore e consulente di sviluppo organizzativo, svolge attività di coach e formatore per realtà aziendali nazionali e internazionali sullo sviluppo della leadership, il lavoro in gruppo, l’organizzazione snella e per processi. Tra i numerosi volumi pubblicati ricordiamo: Benvenuti nell’Olimpo (2006), Piccole imprese, grandi innovatori (2006), Oltre le competenze (con M. Bassini e C. Novello, 2008), Adhocrazia. Sviluppo economico e competitività d’impresa (a cura di, 2008), Ma che freddo fa (con M. Bassini e C. Novello, 2009).


Dettagli del libro
Indice:

Prefazione
Introduzione
1. L’ Impresa e le Forme
2. L’ Impresa l’ Economia
3. L’ Impresa e i Modelli
4. L’ Impresa e l’ Organizzazione
5. L’ Impresa e il Mercato
6. L’ Impresa e il Controllo

 

Titolo: Manuale di economia e organizzazione aziendale

Autori: Ferdinando Azzariti

Editore: libreriauniversitaria.it

Collana: Comunicazione, marketing e new media

Data di Pubblicazione: 2013

ISBN: 8862924194

ISBN-13: 9788862924191

Pagine: 372

Formato: brossura

Reparto: Economia e management > Management > Affari e business

Per acquistare il libro, cliccare qui.

  • 1
  • 2